La nostra storia

Era il 1980, non avevamo pressoché nulla, solo qualche badile, una tuta rossa, qualcuna blu, un elmetto da cantiere, un locale in prestito dalla parrocchia, ma avevamo una cosa importante: l’entusiasmo. L’entusiasmo di creare qualcosa di importante, di positivo.

Ecco allora l’invenzione del nome “PIRO’S” , la richiesta al Comune della prima ambulanza in prestito per svolgere il servizio di emergenza sanitaria e l’allargamento ad altri volontari, l’acquisto di camici bianchi per svolgere il servizio ambulanza. Poi i primi riconoscimenti da parte degli Enti e cominciano ad arrivare le prime donazioni.

La Comunità Montana ci fornisce l’abbigliamento anti incendio comprensivo di tute, cinturoni, elmetti, asce, borracce, per 15 persone. I primi contributi servono per acquistare la prima ambulanza, un Volkswagen Transporter naturalmente usata, e un camion OM usato che facciamo allestire come autobotte. Poi siamo passati ad una crescita progressiva sia sotto il profilo della strutture dei servizi che per l’aspetto economico-finanziario.

Attualmente siamo convenzionati con l’ASUR Marche per i trasporti sanitari urgenti e non, abbiamo una convenzione con il 118 per garantire un’ambulanza h.24 per il servizio di emergenza territoriale nei comuni di Apiro,Cingoli e Poggio S.Vicino. Il nostro parco mezzi è arrivato a contare 6 ambulanze, 2 pulmini disabili,  e un fuori strada da utilizzare nei periodi invernali. Contiamo circa 30 volontari e 10 dipendenti il tutto  per potere essere al servizio della popolazione 365 giorni l’anno.